Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:05 METEO:CASTELNUOVO DI GARFAGNANA14°19°  QuiNews.net
Qui News garfagnana, Cronaca, Sport, Notizie Locali garfagnana
lunedì 20 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sparatoria all'università di Perm (Siberia): gli studenti scappano dalle finestre

Attualità venerdì 23 luglio 2021 ore 17:44

Riapre lo storico museo della montagna

Da domenica 1 Agosto riaprirà al pubblico il Museo etnografico del borgo più alto della provincia di Lucca a 1525 metri sul mare



SAN PELLEGRINO IN ALPE — Riapre al pubblico il Museo etnografico di S. Pellegrino in Alpe, nel Comune di Castiglione Garfagnana. La struttura museale del borgo più alto della provincia di Lucca (1.525 slm), gestita fino a novembre 2018 dalla Provincia di Lucca e dalla parrocchia locale era stata chiusa in quel periodo per questioni legate alla sicurezza, alle vie di fuga e al rispetto della normativa antincendio.

E' stato previsto comunque un accesso contingentato del pubblico sia per la regolamentazione dei flussi di visitatori, sia per il rispetto delle norme imposte dall’emergenza sanitaria.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente della Provincia Luca Menesini che proprio sabato scorso era a S. Pellegrino in occasione dell’apertura della rassegna espositiva inaugurata da don Fulvio Calloni nello storico Santuario annesso a Museo “Don Luigi Pellegrini”.

Nel 2019 è stato approvato il Protocollo d’intesa per la gestione e la valorizzazione della collezione etnografica conservata nel Museo “Don Luigi Pellegrini”. Accordo sottoscritto da: Provincia di Lucca, Comune di Castiglione di Garfagnana, Unione dei Comuni della Garfagnana, Comune di Frassinoro, Ente Parchi Emilia centrale e Parrocchia dei SS. Pellegrino e Bianco in S. Pellegrino in Alpe.

La Provincia di Lucca, inoltre, ha intrapreso una collaborazione con l'Università di Pisa e il CNR per la realizzazione del progetto “Incultum” sulla promozione del turismo nelle aree periferiche e rurali. Mentre è ben avviata la partecipazione al progetto CAMBIO VIA (CAMmini e BIOdiversità: Valorizzazione Itinerari e Accessibilità per la Transumanza) che ha la finalità di promuovere il patrimonio naturale e culturale rappresentato da aree protette, parchi e siti storici lungo l'itinerario della transumanza. Il progetto è finanziato dal programma europeo ‘Interreg Italia Francia Marittimo’.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il report sanitario fotografa le ultime ventiquattro ore in provincia di Lucca. 6 nuovi contagi tra Media Valle e Garfagnana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS