QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CASTELNUOVO DI GARFAGNANA
Oggi 14° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News garfagnana, Cronaca, Sport, Notizie Locali garfagnana
giovedì 20 febbraio 2020

Attualità venerdì 31 gennaio 2020 ore 09:49

"Sono sotto choc ma vogliamo ripartire"

Alba Donati rilancia un crowdfunding per la ricostruzione della libreria dopo l'incendio che ha distrutto il cottage inaugurato lo scorso dicembre



FIRENZE — La poetessa Alba Donati, presidente del Gabinetto Vieusseux di Firenze ha raccolto alcuni volumi dagli scaffali del cottage di Lucignana, completamente distrutto dalle fiamme di un incendio, ed ha rilanciato la costruzione della Libreria sopra la Penna (vedere articoli collegati).

Un incendio divampato nella prima mattina di ieri, giovedì 30 gennaio, ha divorato il piccolo spazio ricavato nella frazione di Coreglia Antelminelli in Garfagnana. I primi ad accorrere sono stati i residenti che hanno dato l'allarme ai vigili del fuoco ed anche ad Alba che si trovava a Lucignana per alcuni appuntamenti letterari. 

La presidente del Gabinetto Viusseux adesso è in attesa che Facebook approvi un crowdfunding per la ricostruzione con una previsione di spesa di 10mila euro. A dare la forza per ripartire subito sono state "le migliaia di lettere, messaggi, post" ha spiegato Alba Donati che oggi ammette "Sono ancora sotto choc ma anche commossa per la partecipazione e la sensibilità. È da qui che vogliamo ripartire".

La storia della Libreria sopra la Penna è un messaggio di speranza per la cultura. Il progetto è nato dalla volontà di rilanciare un borgo toscano destinato, come tanti, allo spopolamento. Tutto è iniziato dalla donazione del terreno, tra l'Appennino e le Apuane, sul quale il cottage ha preso lentamente forma sostenuto dal contributo della collettività e dal lavoro di maestranze locali che hanno offerto il proprio tempo. A selezionare i testi è stata la stessa poetessa che ha raccontato "Volevo fare una cosa davvero mia, che corrispondesse a un desiderio profondo. E dunque valorizzare il mio paese amato, partire dai libri belli, e creare uno spazio aperto a tutti bello e accogliente dove leggere, chiacchierare, prendere un caffè o un Campari, fare attività per i più piccoli, incontri con gli autori. Poi oltre a un distributore di libri mi sono messa a cercare cose, cose uniche intorno ai libri: libri di narrativa, poesia e libri per bambini".

La libreria è stata inaugurata il 7 dicembre ed il 30 gennaio è andata distrutta da un incendio le cui cause sono in fase di accertamento. La comunità del piccolo borgo della Garfagnana si è stretta attorno ad Alba e numerosi messaggi di sostegno sono arrivati anche dal capoluogo toscano. 



Tag

Porta a Porta, Renzi: «Non morirò grillino»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità