QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CASTELNUOVO DI GARFAGNANA
Oggi 11° 
Domani 7° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News garfagnana, Cronaca, Sport, Notizie Locali garfagnana
giovedì 14 novembre 2019

Attualità giovedì 18 luglio 2019 ore 17:10

"Necessario prorogare gli ammortizzatori sociali"

E' la necessità sottolineata dal coordinamento Fim, Fiom e Uilm del gruppo Kme in occasione di un incontro con la direzione aziendale



BARGA — Andamento della produzione, salvaguardia dei livelli occupazionali e ammortizzatori sociali. Sono alcuni dei temi toccati oggi in occasione di un incontro tra il coordinamento nazionale Fim, Fiom e Uilm del gruppo Kme e la direzione aziendale.

"E’ stata illustrata la situazione del mercato dove si è evidenziato un forte rallentamento per tutto il settore metallurgico in tutta Europa, in particolar modo per la parte più legata all’automotive - si legge in una nota a firma di Michele Folloni, Massimo Braccini e Giacomo Saisi rispettivamente per Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil- . Negli stabilimenti del gruppo Kme, Fornaci di Barga manifesta una condizione di miglior tenuta, ma i carichi di lavoro e le ore lavorate sono inferiori all’anno precedente. Proseguono i cambiamenti per quanto riguarda le cessioni e acquisizioni. La società Sct di Serravalle Scrivia che produce tubi è stata di nuovo acquisita al 100% da Kme. Riguardo il centro amministrativo di Firenze  - proseguono i sindacati- si conferma la centralità del sito e il punto di vertice del gruppo. Come organizzazioni sindacali abbiamo manifestato la preoccupazione per il rallentamento produttivo, precisando che è necessaria la continuità degli investimenti e la salvaguardia dei livelli occupazionali.
In questo quadro è evidente che vi è ancora la necessità di prorogare ulteriormente gli ammortizzatori sociali in modo da accompagnare la ripresa produttiva e il progetto di rilancio".




Tag

Venezia, le immagini aeree di Pellestrina invasa dall'acqua

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità