comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CASTELNUOVO DI GARFAGNANA
Oggi 19°22° 
Domani 19°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News garfagnana, Cronaca, Sport, Notizie Locali garfagnana
sabato 04 luglio 2020
corriere tv
Salvini torna a Mondragone: «Quelli dei centri sociali bevono e fumano fino a tardi la sera e la mattina dormono »

Attualità venerdì 05 giugno 2020 ore 19:10

Notte da incubo, danni ingenti dopo il nubifragio

Dopo la violenta ondata di maltempo in Valle del Serchio e Garfagnana adesso si contano i danni. Baccelli e Giovannetti:"Chiederemo stato di calamità"



BARGA — Una notte da incubo e una giornata a contare i danni tra Barga, Gallicano, Fabbriche di Vergemoli, Castelnuovo e Coreglia Antelminelli i comuni più colpiti dal devastante nubifragio preannunciato dall'allerta arancione diramata nelle scorse ore dalla protezione civile regionale.

Intanto, fino alle 20 di stasera, è stata diramata una nuova allerta in codice giallo per pioggia nelle zone a ridosso dell'Appennino.

Le forti piogge hanno creato diverse criticità: allagamenti, frane, piccoli smottamenti, cedimenti e cadute di alberature, nonché un deciso innalzamento dei livelli del torrente Lima e del fiume Serchio che hanno superato il primo livello di guardia nella notte.

A Barga problemi segnalati su varie viabilità comunali: alcune riaperte, altre invece ancora chiuse al transito. Le piogge intense hanno provocato, inoltre, il parziale cedimento del muro di contenimento vicino al Duomo di Barga con i sassi e i detriti finiti sulla strada sottostante del centro storico.

Le piogge intense hanno provocato il parziale cedimento di un muro di contenimento presso il Duomo di Barga, i sassi sono finiti sulla sottostante strada del centro storico del capoluogo.

Allagamenti diffusi si sono verificati nei centri abitati di Barga, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana e Gallicano.

In mattinata i tecnici della protezione civile insieme alle Prefetture, alle Province e ai Comuni interessati hanno svolto sopralluoghi e monitoraggi. Il sindaco di Gallicano Davide Saisi ha detto di aver temuto "una catastrofe".

I consiglieri regionali Pd Stefano Baccelli e Ilaria Giovannetti che questo pomeriggio hanno effettuato un sopralluogo di verifica delle criticità nei territori colpiti dall’ondata di maltempo di questa notte, presentano un mozione in Consiglio per chiedere alla Giunta lo stato di emergenza regionale

Per quanto riguarda le strade provinciali la situazione più critica riguarda la sp 56 dove una frana in località Valfegana (Coreglia Antelminelli) ha costretto alla chiusura della viabilità con il conseguente isolamento di 3 famiglie.

Sempre sulla sp56 un movimento franoso che ha interessato l'innesto della strada provinciale con quella comunale per Vitiana (Coreglia): la strada in questo tratto è aperta.

Inoltre smottamenti sulla sp7 di Barga in località Loppia, Palmente e Catagnana dove sono intervenuti i cantonieri della Provincia per rimuovere il materiale franato; la strada è percorribile a senso unico alternato.

La sp14 Sillano-Giuncugnano a causa dell'esondazione di un corso d'acqua è aperta ma a senso unico alternato per motivi di sicurezza. Circolazione alternata anche sulla sp51 di Minucciano a causa del materiale scivolato sulla sede stradale dal versante.

Riaperte nella notte e nella prime ore della mattina le strade provinciali sp50 di Vagli (Vagli di Sotto), sp55 (Villa Basilica): sulla prima arteria gli addetti provinciali sono intervenuti per rimuovere una grossa pianta, mentre sulla seconda per togliere materiale franato in località Botticino e Biecina.

Si segnala, poi, la caduta di alberi e detriti sulla sp n. 60 Pescaglia-Pascoso-Passo Sella-S. Rocco dove gli addetti della Provincia sono intervenuti per ripristinare la circolazione stradale, così come sulla strada provinciale interna (sp 43 - sr445) tra ponte di Campia e il bivio per Monteperpoli, in località Querceto, dove si era verificata una frana. Idem sulla strada provinciale a Bolognana (Gallicano) per caduta sassi e detriti in località La Croce.

Cedimento di piante, esondazioni più o meno importanti, intasamenti di pozzetti e caduta di detriti e sassi, si sono registrati su numerose strade comunali a Levigliani, Palagnana, Farnocchia (comune di Stazzema), Trassilico (Gallicano), Fornovolasco e San Pellegrinetto (Fabbriche di Vergemoli), Ponte a Serraglio (Bagni di Lucca), Fiano (Pescaglia), San Romano e Motrone (Borgo a Mozzano).

Risulta interrotta la strada comunale Coreglia-Piastroso (nel comune di Coreglia) dove la frazione di Piastroso è isolata non essendoci viabilità alternativa per raggiungere il borgo.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità