QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
CASTELNUOVO DI GARFAGNANA
Oggi 16°30° 
Domani 15°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News garfagnana, Cronaca, Sport, Notizie Locali garfagnana
martedì 17 luglio 2018

Attualità lunedì 09 luglio 2018 ore 12:59

Alluvione 2014, lavori a San Martino in Freddana

Intervento da 710mila euro, finanziato dalla Regione, per il ripristino dei danni creati dalla calamità naturale di quattro anni fa



PESCAGLIA — Si sta per scrivere il capitolo finale del ripristino della Valfreddana dopo l’alluvione del luglio 2014. Da alcuni giorni il Comune di Pescaglia ha dato avvio ai lavori di sistemazione di quattro dissesti nella frazione di San Martino in Freddana. Il costo dell’intervento, pari a 710 mila euro, è interamente finanziato tramite il Documento Operativo Difesa del Suolo 2018 della Regione Toscana.

“Ci eravamo presi l’impegno di sistemare tutto quello che la terribile pioggia nella notte tra il 21 e il 22 luglio 2014 si era portata via – spiega il sindaco, Andrea Bonfanti, che nei giorni scorsi ha effettuato un sopralluogo su uno dei cantieri - . Con questa serie di lavori siamo quasi arrivati a conclusione del piano degli interventi previsti. All’appello, infatti, mancano soltanto le opere in località Roncigliato, già finanziate, che auspichiamo possano essere messe in cantiere il prima possibile. La tutela del territorio e l’incremento della sicurezza idrogeologica sono obiettivi da sempre considerati prioritari dalla nostra amministrazione. In questi quattro anni, grazie a un importante gioco di squadra, che ha coinvolto anche altri Enti territoriali, Pescaglia ha saputo attrarre ingenti finanziamenti in questo ambito. Siamo quindi molto soddisfatti di essere vicini al completamento di tutti gli interventi”.
Il primo cantiere riguarda la strada comunale in località Campaccio. Qui è in corso la riprofilatura del versante mediante la realizzazione di due palificate in legname. Sarà anche costruito un muretto in cemento armato. Il secondo lavoro consiste nella realizzazione di un muro di sponda in cemento armato rivestito in pietre sulla sponda destra del torrente Vinciola, poco prima dell’attraversamento della strada provinciale; qui sarà anche posta una scogliera in massi per evitare erosioni. Il terzo intervento è localizzato sulla strada comunale che attraversa il Solco di Carbonaia; è previsto di sostituire l’attuale attraversamento, di realizzare due muretti e di riprofilare il corso d’acqua. La quarta opera riguarda la località Al Pino; mediante la realizzazione di due palificate doppie in legname sarà riprofilato il versante interessato dal dissesto e si regimeranno le acque superficiali.
Supera i 5 milioni di euro l’ammontare delle risorse investite sul territorio di Pescaglia a seguito dell’alluvione del 2014. Le somme sono state reperite da più fonti, fra cui ItaliaSicura, la Regione Toscana, l’Unione Comuni Media Valle del Serchio e il Consorzio numero 1 Toscana Nord.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Lavoro